RDP 2023/1 – Call for paper – Focus: (E)lezioni digitali

Non esistono più elezioni senza il digitale. Per quanto il ruolo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione (Ict) possa essere più o meno decisivo, tutte le campagne elettorali osservate nell’ultimo decennio si sono dovute confrontare con le possibilità che gli strumenti digitali mettono a disposizione degli attori della politica e degli utenti della Rete. La stessa emergenza pandemica ha reso ancora più urgente – e più frequente – il ricorso alle nuove tecnologie, soprattutto per far fronte alle restrizioni agli incontri e alle manifestazioni in presenza.

In aggiunta a questi mutamenti innescati dalle innovazioni nell’ecosistema digitale, le nuove Ict stanno avendo anche un impatto diretto sullo stesso processo elettorale e sulle modalità di esercizio del voto. Sono sempre più numerosi i Paesi e i partiti politici che hanno introdotto al loro interno modalità di partecipazione in via telematica, forme di voto elettronico oppure di registrazione digitale in vista delle consultazioni elettorali. Cercando così di incentivare la partecipazione delle nuove generazioni «native digitali» ma, al tempo stesso, esponendo il processo elettorale a rischi di manipolazione, cyber-interferenza o ingerenze esterne.

Questo numero della Rivista di Digital Politics intende riflettere, tanto in chiave teorica quanto con approccio empirico, su questi temi che sempre più spesso – e in modo ormai indissolubile – legano il mondo digitale all’universo elettorale in tutte le sue diverse manifestazioni.

 

In particolare, il focus di questo numero intende esplorare i seguenti aspetti:

– Nuove forme di comunicazione politica introdotte dagli strumenti digitali

– Campagne elettorali dei partiti o dei leader sui social media

– Come cambiano il marketing elettorale e i suoi strumenti

– Esempi di gamification e nuove strategie di comunicazione politica online

– Confronto tra campagne elettorali social e campagne elettorali tradizionali

– Ruolo dei sondaggi nel nuovo contesto della politica digitalizzata

– Introduzione ed esercizio del voto elettronico a livello statale o interno ai partiti

– Modalità di registrazione negli elenchi elettorali in via elettronica

– Processi di decision-making interni ai partiti basati su piattaforme digitali

 

Gli studiosi interessati a partecipare sono invitati a inviare un abstract entro e non oltre il 31/12/2022. L’abstract deve essere compreso entro le 800 parole (compresa una bibliografia essenziale), più una nota di presentazione dell’autore o degli autori di massimo 100 parole. Tutti i materiali e le comunicazioni relative alla pubblicazione vanno inviati all’indirizzo: redazione@digitalpolitics.it.

Chi ha inviato l’abstract riceverà una risposta entro il 10/1/2023 e dovrà eventualmente inviare il proprio contributo entro il 26/2/2023. I contributi dovranno essere compresi tra le 6mila e le 8mila parole, note e bibliografia comprese. Le Web Reviews comprendono review articles e pezzi tra le 4mila e 6mila parole. Gli articoli possono essere scritti in inglese o in italiano. Gli articoli saranno sottoposti a referaggio anonimo.

RDP 2023/1 – Call for paper – Focus: Digital elections/lessons

Elections without digital no longer exist. The role played by the new information and communication technologies (Ict) may be more, or less, decisive, but every election studied over the last decade has had to take account of the opportunities that digital tools offer to political actors and Web users alike. The pandemic accelerated, and increased, the use of new technologies, especially as an alternative to political rallies or in-person meetings.

In addition to these changes that innovation has brought to the digital ecosystem, the new technologies are having a direct impact on the electoral process and the way people vote. More and more countries, as well as political parties, have introduced new forms of online participation, with electronic voting or digital registration in advance of electoral consultations. These are designed to encourage participation from the «digital native» generations, but run the risk of exposing the electoral process to manipulation, cyber-interference or external influence.  

This issue of the Review of Digital Politics is a reflection, from a theoretical or empirical standpoint, on these topics which increasingly – and indissolubly – link the digital world to the world of elections and its different aspects.  

 

The specific focus of this issue is an exploration of the following topics:

– New forms of political communication introduced by digital tools

– Election campaigns run by parties or leaders on social media

– Examples of gamification and new strategies for online political communication

– Comparisons between social and traditional election campaigns

– Role of opinion polls in the new context of digital politics

– Implementation and use of electronic voting at the national or party level

– Electronic systems for voter registration  

– Internal party decision-making processes based on digital platforms

 

Academics interested in contributing to this issue are invited to submit an abstract on or before 31/12/2022. The abstract should be 800 words maximum, (including essential bibliography), plus a brief introduction to the author/authors of 100 words max. All materials and communications regarding the publication should be sent to: redazione@digitalpolitics.it.

Authors will receive notification of acceptance on or before 10/1/2023 and will be asked to submit their full article by 26/2/2023. Contributions should be between 6,000 and 8,000 words, including notes and bibliography.

The Web Reviews section includes reviews and articles of between 4,000 – 6,000 words. 

Articles can be written in English or Italian. Articles are peer-reviewed anonymously.